Skip to content

Seminario sull’Orienteering del 9 novembre

Seminario sull’Orienteering

In  due appuntamenti teorico-pratici, il 26 ottobre ed il 9 novembre, l’Associazione Romana Sportiva ha presentato ai nostri soci l’Orienteeringuno sport che comprende diverse discipline. Riguarda attività che si svolgono principalmente in natura, (“lo sport dei boschi”), ma anche in città e nei borghi o anche al chiuso, giardini, palestre o cortili. Coinvolge tutti, persone di ogni età, ed è attualmente molto praticato, soprattutto nei paesi nordici.

Il programma del secondo incontro, sabato 9 novembre: La cartografia e i simboli grafici –  prova di corsa orientamento, su un tracciato semplice, sfidando i propri compagni di corso –  esercitazione pratica con utilizzo della tecnica dei doppi passi, carta e bussola.

I benefici dell’Orienteering coinvolgono sia la sfera fisica che quella razionale della persona, mettendo quindi in risalto l’integrazione tra corpo, mente e ambiente.

Gli strumenti principalmente utilizzati sono “le gambe” ma non solo, gli occhi, la bussola  e  la carta del luogo in cui ci si cimenta, in modo divertente per individuare i punti di controllo o lanterne  poste lungo un percorso ben preciso.

La Corsa Orientamento (in breve C-O o Foot-O) è la “regina” tra le discipline dell’Orienteering, la più praticata e la più diffusa in tutto il mondo. Si può praticare su qualunque terreno, ovunque sia possibile accedere di corsa o camminando. A questa disciplina appartengono fondamentalmente 4 specialità diverse, di cui si assegnano ogni anno i titoli di qualunque livello, da quelli mondiali assoluto (WOC – World Orienteering Championships) a quelli nazionali, fino al livello regionale:

  • Sprint: gara di corta distanza con tempi dei vincitori di circa 15′, molto spesso disputata in parchi e città, su terreni non necessariamente molto tecnici ma resi impegnativi dall’elevata velocità di corsa a cui vanno effettuate le scelte di percorso;
  • Middle: gara di media distanza con tempi dei vincitori di circa 35′, caratterizzata da tracciati molto tecnici e con frequenti cambi di direzione;
  • Long: gara di lunga distanza con tempi dei vincitori di circa 1h30′, caratterizzata da tracciati impegnativi fisicamente e varietà di scelte di percorso;
  • Relay: gara a staffetta con 2 o più frazionisti, con partenza in massa (“lancio” o mass start) dei primi frazionisti e variazioni (forking) nei tracciati di gara; ogni frazione è di tipo Middle.

Warning: Undefined variable $taxonomy in /home/customer/www/circoloesteri.it/public_html/wp-content/themes/total-child-theme/total-child-theme/functions.php on line 64
Torna su
Cerca