skip to Main Content

Considerato che

  • come stabilito dall’art. 1 dello Statuto, è costituita tra i dipendenti del Ministero degli Affari Esteri una associazione senza scopo di lucro denominata “Circolo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale” o anche “Circolo degli Esteri”, con sede nell’immobile demaniale sito in Roma, Lungotevere dell’Acqua Acetosa n° 42;
  • ai sensi dell’art. 2 dello Statuto, le finalità del Circolo sono quelle di concorrere alle attività di rappresentanza del Ministero degli Affari Esteri, nonché di facilitare i contatti sociali dei dipendenti del Ministero stesso, anche mediante la pratica dilettantistica di discipline sportive
  • è stata costituita una Associazione Sportiva Dilettantistica sotto la denominazione “A.S. Circolo Ministero Affari Esteri A.s.d.”, con lo scopo di promuovere, nell’ambito del Circolo degli Esteri e in conformità agli scopi statutari dello stesso, l’attività sportiva agonistica a carattere dilettantistico, con finalità di educazione fisica e formazione morale, compresa l’attività didattica
  • la concessione demaniale dell’area su cui insiste il Circolo è stata rilasciata il 21 marzo 2006 dalla Regione Lazio “al fine di consentire al Circolo di svolgere attività di rappresentanza del Ministero degli Affari Esteri, nonché di facilitare i contatti sociali dei Soci, anche mediante la pratica dilettantistica di discipline sportive e ricreative”

si adotta il seguente

Regolamento

1. ORARI DI FUNZIONAMENTO

Il Circolo è aperto durante il periodo invernale, dal 1° ottobre al 31 maggio, tutti i giorni dalle ore 08.00 alle ore 21.00 e fino alle ore 24.00 il giovedì, il venerdì ed il sabato. Durante il periodo estivo, dal 1° giugno al 30 settembre, è aperto dalle ore 08.00 alle ore 24.00, tranne la domenica ed il lunedì in cui la chiusura è anticipata alle ore 21.00. In relazione a particolari esigenze, tale orario potrà subire variazioni, di cui dovrà essere peraltro dato debito preavviso.
Il Circolo rimane chiuso il 1° gennaio, il giorno di Pasqua, il 1° maggio ed il 25 dicembre.

Il BAR è aperto tutti i giorni, dalle ore 08.30 fino alle ore 19.00 per il periodo invernale e fino alle ore 20.00 durante il periodo estivo.

Un Chiosco/Bar è attivo nell’Area Satellite durante la bella stagione.

Il RISTORANTE è aperto d’estate tutti i giorni sia per il pranzo che per la cena, tranne la domenica ed il lunedì sera. Durante il periodo invernale (dal 1° ottobre al 31 maggio) il ristorante resterà aperto tutti i giorni per il pranzo. Il giovedì, il venerdì e il sabato rimane aperto la sera, salvo diverse esigenze del Circolo.
Al ristorante Gazebo Area Storica e alla Veranda del Ristorante non sono ammessi i minori di 12 anni.

Dal lunedì al venerdì, solo per il pranzo e non la sera, in aggiunta al menu alla carta, è disponibile un “Menu Sociale” a prezzo fisso, riservato ai soli Soci.

Nei giorni di apertura serale del Ristorante è attivo su richiesta, dalle ore 19,30, un servizio bar nei Saloni di rappresentanza al primo piano della Palazzina Storica.

Ristorante all’aperto
Sull’area Prato dei Leoni è prevista una zona formale e una informale:

  • Nell’area formale sono ammessi minori di età superiore ai 12 anni con abbigliamento adeguato;
  • Nell’area informale sono ammessi anche minori di età inferiore ai 12 anni.

LA TAVOLA CALDA funziona tutti i giorni all’ora di pranzo.

Per le norme riguardanti l’abbigliamento da usare vedere il punto 4 del presente Regolamento.

2. ACCESSO E USO DELLE STRUTTURE

L’accesso al Circolo è riservato ai Soci in regola con le quote sociali, da versarsi entro il 31 gennaio di ogni anno. I Soci, entrando, dovranno esibire la tessera sociale, poiché il personale addetto al controllo ha il dovere di verificarne la validità.

Il parcheggio non è custodito ed è riservato ai soli Soci. Gli iscritti al Circolo dovranno parcheggiare l’automobile nelle apposite zone di parcheggio entro le righe Il Circolo declina ogni responsabilità per danni o furto dei veicoli e degli oggetti lasciati all’interno. Gli ospiti sono tenuti a parcheggiare la propria vettura fuori dal cancello d’ingresso del Circolo. Nelle ore serali, in caso di disponibilità di posti, potrà essere consentito agli invitati l’uso del parcheggio.

Per ovvi motivi di sicurezza, è in funzione al Circolo un sistema di videosorveglianza. L’uso delle strutture e attrezzature è a rischio e pericolo degli utilizzatori. E’ vietato introdurre cani od altri animali nel complesso del Circolo; è altresì vietato circolarvi in bicicletta, monopattino o altri veicoli.
Non è consentita la permanenza all’interno del circolo delle autovetture e dei motoveicoli oltre l’orario di chiusura o in assenza del Socio proprietario dall’interno del Circolo.

Per le norme riguardanti l’abbigliamento da usare vedere il punto 4 del presente Regolamento.

3. ATTIVITÀ DEL CIRCOLO

TENNIS: l’attività del tennis è disciplinata da un apposito regolamento. Il muro di allenamento tennis è da considerare – sotto il profilo dell’uso – al pari di un campo da tennis, pertanto è a disposizione esclusivamente dei Soci in regola con la quota di Socio Giocatore.

CANOTTAGGIO: l’accesso all’Area Canottaggio è vietato ai non iscritti alla Sezione Canottaggio. L’attività sportiva presso la sezione remiera del Circolo è disciplinata da un apposito regolamento. Non è consentita agli ospiti la pratica del Canottaggio.

PISCINE: l’attività delle piscine è disciplinata da un apposito Regolamento. La piscina dell’Area Satellite è in funzione dal 1° giugno al 30 settembre; quella dell’Area Storica dal 15 maggio al 13 ottobre, compatibilmente con l’organizzazione di eventi.

Orari:

  • Piscina dell’Area Satellite: dalle ore 9 alle 19; il martedì dalle ore 13 alle 19 per consentire la manutenzione settimanale.
  • Piscina dell’Area Storica, riservata ai nuotatori: dalle ore 9 alle 20; il lunedì dalle ore 13 alle 20 per consentire la manutenzione settimanale.

PALESTRA: Il programma di corsi collettivi regolari, affidati a qualificati istruttori nelle diverse discipline praticate nella palestra, viene stabilito di anno in anno. Indipendentemente dall’iscrizione e dalla frequenza ai corsi, l’utilizzo individuale della palestra è consentito, sotto la loro totale responsabilità, agli iscritti di età non inferiore ai 16 anni. Durante le ore di effettuazione dei corsi, è consentito l’accesso solo alla sala pesi, purché questa non sia impiegata per i corsi collettivi di pesistica.

CALCETTO: l’attività del calcetto è regolata da un apposito regolamento.

GIOCHI DI CARTE: il Bridge e altri giochi di carte sono consentiti esclusivamente nel Padiglione adiacente al Prato delle Feste.

4. ABBIGLIAMENTO

Nel Ristorante Gazebo/Sala Chia Area Storica, dal lunedì al venerdì, occorre indossare giacca e cravatta. Possono frequentare anche ragazzi con più di 12 anni, purché con abbigliamento adeguato. Il sabato, la domenica e i giorni festivi è consentito anche l’abbigliamento casual (ma non tute
sportive) e sono ammessi anche minori di 12 anni.

Nella Veranda del Ristorante i Soci, gli Aggregati e i loro ospiti dovranno indossare giacca e cravatta.

Al Ristorante all’aperto, sull’area Prato dei Leoni, è prevista una zona formale e una informale:

  • Nell’area formale sono ammessi ragazzi con più di 12 anni con abbigliamento adeguato;
  • Nell’area informale sono ammessi anche minori di 12 anni.

Il torso nudo e l’abbigliamento da piscina sono consentiti solo nel prato adiacente al viale d’ingresso (Prato dei Cannoni) e nell’Area Satellite, mentre è necessario indossare almeno l’accappatoio se ci si sposta da una piscina all’altra o per accedere al Caffè della Palazzina Storica o agli altri locali del Circolo.

Non è consentito recarsi a torso nudo e a piedi scalzi dagli spogliatoi alle piscine (e viceversa).

L’accesso ai Saloni del piano superiore della Palazzina Storica è condizionato all’uso della giacca e della cravatta.

5. AREE SOCIALI

Nell’interesse della migliore e più decorosa conservazione delle aree sociali è vietato portare bottiglie, bicchieri e piatti frangibili fuori dal bar, di consumare spuntini e di stendere indumenti al sole.

Al fine di preservare il manto erboso del prato di rappresentanza davanti alla piscina storica, non è consentito stendervi stuoie e asciugamani o portarvi sedie e lettini. I salottini per i Soci e i loro ospiti disposti lungo il bordo in porfido della piscina storica non possono essere utilizzati in
abbigliamento balneare.

I Soci ed i loro ospiti dovranno far uso degli appositi cestini e portacenere. Sui prati e nelle aree comuni è vietato giocare a palla nonchè fare uso di apparecchi radio e registratori o similari senza l’uso di cuffie.

SEDIE: le sedie intorno alla piscina dell’Area Satellite e quelle della tavola calda sono a disposizione di tutti i Soci e non possono perciò essere riservate per altre persone mediante la disposizione di oggetti.

Per le norme riguardanti l’abbigliamento da usare vedere il punto 4 del presente Regolamento.

6. MINORI AL CIRCOLO

I minori durante la loro permanenza al Circolo devono essere costantemente sorvegliati dai genitori, bambinaie ovvero da persona adulta e responsabile a ciò preposta, in particolare nelle vicinanze delle piscine e dell’Area dei giochi per bambini. Il Circolo ed il relativo personale declinano ogni responsabilità in caso di danni o infortuni a cose o a persone dovuti a difetto della richiesta sorveglianza.

Le bambinaie e il personale assimilato potranno accedere al Circolo – previa segnalazione alla Segreteria (tel. 06/8086130) – senza oneri aggiuntivi esclusivamente nei giorni dal lunedì al venerdì. In quei giorni, non potranno fruire delle piscine e degli impianti sportivi. Il sabato, la domenica e i giorni festivi verranno considerati ospiti a tutti gli effetti, alle quote vigenti.

L’accesso agli impianti sportivi, inclusa la palestra, non è consentito ai minori non accompagnati o non sorvegliati da persona adulta e responsabile a ciò preposta.

Ai minori di età inferiore ai 14 anni non è consentito l’accesso ai piani superiori della palazzina.

Il Circolo declina ogni responsabilità in caso di infortuni e/o danni a cose e/o a persone dovuti a difetto della sorveglianza di cui sopra.

7. OSPITI

Per ospiti si intendono tutte le persone che non sono soci del Circolo. Sono considerati ospiti anche coniugi e figli dei soci che non siano iscritti al Circolo secondo le modalità dell’art. 11 dello Statuto.

I Soci e gli aggregati (Titolari) hanno la facoltà di invitare al Circolo propri ospiti, che potranno frequentare la sede sociale soltanto accompagnati dal Socio o dall’aggregato invitante, con le modalità di seguito indicate. In caso di assenza del Titolare, il familiare iscritto al Circolo può accompagnare eventuali ospiti, fermi restando i limiti stabiliti.

I Soci e gli Aggregati sono tenuti a iscrivere in maniera leggibile i nomi degli ospiti sul registro posto all’ingresso del Circolo.

  • Tavola calda
    Ciascun Socio o Aggregato (Titolare) può invitare alla Tavola Calda sino ad un massimo di 5 ospiti in un mese.
    È ammesso alla tavola calda giornalmente un numero massimo di due ospiti per Socio limitatamente all’orario della colazione.
  • Giochi di carte
    Il Socio o Aggregato può invitare un massimo di 5 persone al mese. Egli è tenuto a versare una quota a persona fissata dal Consiglio. Oltre ai Soci possono prendere parte ai tornei persone invitate. Vigono per questi ospiti le stesse regole previste per gli ospiti del Circolo. Il Socio o l’Aggregato ospitante deve versare una quota a persona fissata dal Circolo. L’organizzazione dei Tornei che implicano consegne di premi e riconoscimenti e comunque che abbiano una loro ripetitività su cadenza periodica potranno essere organizzati solamente dal Circolo.
  • Piscina
    Il Socio o Aggregato può invitare un massimo di 5 persone al mese (max due persone in un giorno). Egli è tenuto a versare una quota a persona fissata dal Consiglio.
  • Ristorante
    Non vi sono limitazioni di ospiti. È obbligatoria la previa prenotazione. Le colazioni o i pranzi con un numero superiore a 10 partecipanti devono essere richiesti con domanda scritta alla Direzione del Circolo.
  • Tennis
    Il Socio o Aggregato può invitare un massimo di 5 persone al mese. Egli è tenuto a versare una quota a persona fissata dal Consiglio. I campi da tennis possono essere utilizzati dagli ospiti solo in compagnia del Socio o dell’Aggregato invitante, dal lunedì al sabato fino alle ore 14.00 nel periodo invernale (dal 1° ottobre all’inizio dell’attività delle piscine) e dal lunedì al venerdì fino alle ore 14.00 nel periodo estivo (dall’inizio alla fine dell’attività delle piscine). L’ospite dovrà rispettare l’abbigliamento tennistico previsto nel Regolamento del Tennis.
  • Bambinaie e personale assimilato
    Potranno accedere al Circolo senza oneri aggiuntivi rispetto alla quota sociale, previa segnalazione, da parte del Socio, del nominativo alla Segreteria (tel. 06/8086130), nei giorni dal lunedì al venerdì. In quei giorni, esse non potranno fruire delle piscine e degli impianti sportivi. Il sabato, la domenica e i giorni festivi anche le bambinaie e personale assimilato verranno considerate ospiti a tutti gli effetti, alle tariffe vigenti, così come già indicato al precedente punto 6.

Periodo estivo
In coincidenza con l’inizio dell’attività delle piscine (dal 1° giugno al 30 settembre), gli ospiti non paganti sono ammessi al Circolo limitatamente all’orario del pranzo o della cena, al Ristorante con prenotazione, oppure alla tavola calda per un numero massimo di due ospiti per Socio (Titolare) in uno stesso giorno (massimo 5 al mese).

Una stessa persona non potrà essere invitata al Circolo come ospite per più di tre volte al mese, anche se invitato da Soci diversi.

Ogni Socio o Aggregato potrà invitare al Circolo un massimo di cinque ospiti al mese.

Il personale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in servizio da meno di un anno non è conteggiato ai fini del numero massimo di ospiti previsto dal punto 7 del Regolamento, ne’ per il Socio o Aggregato invitante, ne’ per l’invitato. Restano applicabili, relativamente al personale in questione, le restanti norme relative agli ospiti.

Non sono consentiti agli ospiti l’uso della sala pesi, della Sauna e del Bagno turco e la pratica del Canottaggio.

Per le norme riguardanti l’abbigliamento da usare vedere il punto 4 del presente Regolamento.

8. SPORT

  • Certificati medici
    Per la pratica di attività sportive (tennis, canottaggio, palestra, calcetto, basket, arrampicata, ecc.) vige l’obbligo della presentazione di un Certificato medico attestante l’idoneità del Socio all’esercizio di attività sportiva non-agonistica.
    Anche per l’uso della Sauna e del Bagno Turco è necessario essere in possesso di uno specifico Certificato medico.
    Anche gli ospiti devono essere in possesso del regolare Certificato medico.
  • Uso delle attrezzature sportive
    L’uso delle strutture e attrezzature del Circolo avviene a rischio e pericolo degli utilizzatori. Il Circolo declina ogni responsabilità per eventuali danni a cose e/o a persone dovuti ad uso improprio o maldestro di tali attrezzature o che si discosti dalle finalità cui le stesse sono destinate e poste a disposizione degli utenti i quali, pertanto, saranno ritenuti i soli responsabili.
  • Canottaggio
    Per il Canottaggio ci si dovrà attenere, per ovvi motivi di sicurezza, alle disposizioni contenute nell’”Ordine di Servizio” emanato su indicazioni del Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione ed alle norme contenute nel protocollo d’intesa dei circoli del 22 febbraio 2013 per la navigazione a remi sul Tevere. I soci potranno praticare l’attività libera solo dopo aver ottenuto l’abilitazione dall’Istruttore che ne verificherà le capacità remiere. Non è consentita agli ospiti la pratica del Canottaggio, come già indicato in precedenza.
  • Spogliatoi
    Il Circolo non risponde di oggetti, effetti personali e valori lasciati incustoditi.

Si invitano i Soci e gli ospiti a fare uso delle cassette di sicurezza messe a disposizione. Il personale addetto allo spogliatoio non è autorizzato a ricevere in consegna le chiavi di dette cassette né degli armadietti personali dei Soci. Sono disponibili anche armadietti ad uso giornaliero.

L’effettuazione di tornei nelle singole discipline, che comporti una limitazione degli impianti relativi alla normale disponibilità per i Soci, deve essere in ogni caso sottoposta alla preventiva autorizzazione del Consiglio Direttivo del Circolo con 30 giorni di preavviso e può essere conseguentemente autorizzata per iscritto.

9. RICEVIMENTI

Compatibilmente con le esigenze di rappresentanza del Ministero degli Affari Esteri, i locali e gli spazi a prato del Circolo possono essere messi a disposizione di un Socio per l’organizzazione di un proprio ricevimento, secondo le modalità vigenti.

Feste di bambini. Al fine di accrescere la sicurezza dei bambini e di prevenire incidenti, si sottolinea che nel caso di feste di bambini al Circolo (o comunque di eventi per i quali gli organizzatori prevedono la presenza di bambini) il Socio organizzatore dell’evento dovrà assicurare per iscritto, sotto la propria responsabilità, che per ogni 5 bambini sia garantita la presenza di almeno un adulto (altri genitori, bambinaie, ecc.) che eserciti un controllo costante sui minori. In caso contrario i1 Consiglio Direttivo del Circolo non autorizzerà lo svolgimento dell’evento.

REGOLAMENTO PER L’USO DELLE PISCINE

  1. La piscina dell’Area Satellite è aperta da sabato 1 giugno fino a lunedì 30 settembre 2019 e quella dell’Area Storica da mercoledì 15 maggio a domenica 13 ottobre 2019, con i seguenti orari: la piscina dell’Area Storica dal martedì alla domenica dalle ore 9,00 alle 20,00 e il lunedì dalle ore 13,00 alle 20,00, compatibilmente con l’organizzazione di eventi; la piscina dell’Area Satellite dal mercoledì al lunedì dalle ore 9,00 alle 19,00 e il martedì dalle ore 13,00 alle 19,00.
  2. Per motivi d’igiene sono obbligatori l’uso della doccia posta all’ingresso delle vasche prima di entrare in acqua e la cuffia all’interno delle piscine. E’ richiesto l’uso delle ciabattine nelle zone d’ingresso alle piscine, così come sul selciato circostante. Non è consentito appendere asciugamani ed accappatoi o altri indumenti o oggetti sulle reti perimetrali. Asciugamani e accappatoi, così come le ciabattine, andranno lasciati ordinatamente negli spazi a ciò preposti.
  3. Non è consentito recarsi a torso nudo, in costume da bagno e a piedi scalzi dagli spogliatoi alle piscine (e viceversa). E’ possibile spostarsi in costume da bagno o a torso nudo solo nel prato adiacente al viale d’ingresso (Prato dei Cannoni), nel solarium della Rotonda sul Tevere e nelle
    zone circostanti la piscina della nuova Area Benessere.
  4. La piscina principale è riservata all’attività natatoria. In particolare sono riservate
    all’allenamento le due corsie centrali della piscina principale all’interno delle quali si circola in senso antiorario. L’utilizzo della piscina principale è consentito ai minori di età tra i 6 e i 12 anni solo per attività natatoria ed esclusivamente dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 fino alla chiusura.
  5. Non è consentito sedersi sui divisori galleggianti delle corsie, attraversare la piscina in larghezza nuotando sott’acqua e giocare con le tavole di “allenamento gambe”, correre, fare tuffi, giocare a palla, fare uso di radioline o similari. Altri giochi in acqua sono consentiti soltanto nella misura in cui non arrechino danno o disturbo ai bagnanti; tali giochi sono sorvegliati dall’assistente bagnanti e, qualora ritenuti pericolosi o di disturbo, da questi vietati.
  6. Nella piscina dell’Area Satellite i minori di età inferiore ai 6 anni sono ammessi esclusivamente se accompagnati in acqua da un genitore o da persona responsabile espressamente delegata e previa sottoscrizione da parte del genitore di una dichiarazione di assunzione di responsabilità.
  7. Si ricorda inoltre che i minori, durante la loro permanenza al Circolo, devono essere costantemente sorvegliati dai genitori ovvero da persona adulta e responsabile a ciò preposta; il Circolo ed il relativo personale declinano ogni responsabilità al riguardo.
  8. Nell’area delle piscine è consentito solo l’uso di materiali infrangibili.
  9. L’osservanza di questo regolamento è demandata al controllo degli Assistenti Bagnanti. Ogni inosservanza delle regole che precedono sarà segnalata al Consiglio Direttivo per gli opportuni provvedimenti.

REGOLAMENTO PER IL TENNIS

Valido per i Soci del Circolo del Ministero degli Affari Esteri e per i Soci dell’A.S. Circolo Ministero Affari Esteri A.s.d.

Art. 1

I 7 campi sono riservati esclusivamente ai Soci Giocatori che abbiano debitamente versato la loro quota annuale entro il 31 gennaio, ai partecipanti dei corsi di Tennis nonché agli invitati degli iscritti nelle ore e nei giorni in cui ciò è consentito. E’ obbligatorio aver consegnato in Segreteria il certificato medico valido per il tipo di attivitá sportiva che s’intende praticare (agonistica o non agonistica). Gli ospiti devono essere in possesso del regolare Certificato medico.

Art. 2

Abbigliamento

E’ obbligatorio un abbigliamento in cui pantaloncini o gonnellino, magliette, maglioni, calze e scarpe da tennis, tute sportive siano di colore integralmente o prevalentemente bianco. Non è consentito giocare a torso nudo.

Art. 3

Prenotazioni

Un giocatore ha il diritto di prenotare il campo una sola volta al giorno. La prenotazione dei campi avviene presso l’ingresso e richiede la presenza di persona di almeno due giocatori in completa tenuta da tennis. Essa si effettua secondo l’ordine di presentazione dei predetti giocatori ed ha per oggetto qualsiasi campo non occupato al momento da giocatori, ovvero un campo che si rende libero per scadenza dell’orario.
I giocatori devono presentarsi all’ora prevista e non è ammesso il rinvio della scadenza del turno a causa di ritardi. Qualora il campo prenotato non venga occupato entro 10 minuti dall’inizio del turno potrà essere utilizzato da altri giocatori che ne facciano richiesta.
La durata del turno di singolare è di 45 minuti, di 60 minuti per il doppio (45 minuti, nel caso in cui due Soci abbiano già giocato).

Art. 4

Soci Atleti

I Soci Atleti, nominati dal Consiglio Direttivo dell’Associazione Sportiva e tesserati alla FIT a cura e spese della medesima, possono allenarsi fra di loro compatibilmente con la disponibilità dei campi.

Art. 5

Accesso ai campi

Ai campi possono accedere oltre ai giocatori anche altri Soci non in tenuta da tennis limitatamente ai posti disponibili nelle apposite panche. Per la loro stessa incolumità è vietato ai minori di anni dieci di entrare all’interno del recinto dei campi.

Art. 6

Uso dei campi

L’uso dei campi può essere temporaneamente sospeso per riparazioni od altri lavori; inoltre, nel corso della giornata, potrà essere periodicamente sospeso il gioco a giudizio dei responsabili della manutenzione dei campi, per consentirne il riassetto e l’innaffiamento o, durante i mesi invernali, per prevenirne l’usura in caso di gelo.

Art. 7

Lezioni di tennis

Il Circolo può riservare uno o più campi allo svolgimento di manifestazioni sportive, promosse dall’Associazione Sportiva ed approvate dal Circolo, previa notifica pubblica ai Soci.

Il Circolo riserva i campi n. 1 e n. 6 per lezioni private che i maestri di tennis possono impartire ai Soci, con le seguenti modalità:

  • dal lunedì al sabato dalle ore 7,00 alle ore 13,00 (termine delle lezioni).
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 18,00 alle 20,00, ad eccezione dei mesi di giugno, luglio e agosto in cui per le lezioni sarà disponibile unicamente un campo;
  • per venire incontro alle esigenze dei Soci, i maestri di tennis potranno eccezionalmente, previa autorizzazione da parte della Direzione del Circolo, dare lezione anche fuori dai predetti orari.

Il campo n. 6 è adibito a lezioni collettive per i Soci juniores dal lunedì al venerdì, dalle ore 16,00 alle ore 18,00. Gli orari delle lezioni private e collettive potranno subire modifiche per le esigenze dovute al rifacimento dei campi, ai Tornei Sociali, agli allenamenti delle squadre ufficiali del Circolo ed alla messa a disposizione dei campi da tennis per i Campionati Internazionali di Roma.

Art. 8

Ospiti

Ciascun Socio iscritto alla sezione tennis può invitare fino ad un massimo di 5 persone al mese. Egli è tenuto a versare una quota a persona fissata dal Consiglio. I campi da tennis possono essere utilizzati dagli ospiti, solo in compagnia del Socio invitante, dal lunedì al sabato non oltre le ore 14,00.
L’ospite dovrà rispettare gli stessi obblighi dei Soci per quanto concerne l’abbigliamento tennistico.

Art. 9

“Tennis amico”
(A titolo sperimentale)

Per facilitare la ricerca di un partner o l’inserimento di nuovi Soci tennisti, è stata introdotta la
formula “Tennis amico” che consente ai Soci di utilizzare il campo n. 5 dalle ore 10,00 alle ore
13,00 nei giorni feriali Lunedì, Mercoledì e Venerdì, per il periodo dal 1 ottobre al 31 maggio
dell’anno successivo – nel modo seguente:

  • possono partecipare tutti i Soci regolarmente iscritti al Tennis;
  • la prenotazione si effettua direttamente sul campo, tramite uno degli incaricati autorizzati dal Consiglio, apponendo il proprio nominativo sull’apposita scheda;
  • i tempi di gioco sono identici a quelli indicati nel regolamento generale del Circolo: 45 minuti per il singolo, 60 minuti per il doppio (45 minuti, nel caso in cui due Soci hanno già giocato).

REGOLAMENTO PER IL CANOTTAGGIO

Valido per i Soci del Circolo del Ministero degli Affari Esteri e per i Soci dell’A.S. Circolo Ministero Affari Esteri A.s.d.

Art. 1

La Sezione Canottaggio, istituita per l’esercizio dell’attività amatoriale remiera presso il Circolo del M.A.E., può essere frequentata soltanto dagli iscritti in regola con il versamento delle quote associative, che abbiano:

  1. sottoscritto l’apposita dichiarazione che esenta il Circolo da ogni responsabilità attinente alla suddetta attività;
  2. consegnato in segreteria il certificato medico valido per il tipo di attivitá sportiva che intendono praticare ed una dichiazione in calce al certificato indicante che l’interessato é un ottimo nuotatore.

Per i minorenni tali dichiarazioni devono essere effettuate da un genitore.

Sono ammessi altresì a praticare il solo Canottaggio, ancorché non iscritti al Circolo, i giovani Atleti tesserati dalla FIC a cura dell’A. S. Circolo Ministero Affari Esteri ASD ed Allievi prescelti dall’Allenatore/Allenatrice, per un numero massimo complessivo di 25 giovani che abbiano ottemperato alle condizioni a) e b) del paragrafo precedente.
E’ proibito praticare e far praticare il Canottaggio a chi non abbia ottemperato alle disposizioni di questo articolo.

Art. 2

Dopo aver sostenuto delle prove di idoneità a seguito di una o piú lezioni (a pagamento) da parte dell’istruttore del Circolo o suo sostituto, gli iscritti sono abilitati ad usare le imbarcazioni sociali a seconda del grado di capacità dimostrata e tenendo presente che i vari tipi di imbarcazione sono ripartiti per gruppi di difficoltà tecnica. Il Socio iscritto potrà utilizzare solo le imbarcazioni per le quali è stato abilitato dall’Istruttore/Istruttrice. L’abilitazione dovrà essere rinnovata ogni due anni.
Un registro delle osservazioni e dei suggerimenti sottoscritti da parte degli iscritti verrá conservato presso la Segreteria.

Art. 3

L’uso delle imbarcazioni è riservato agli iscritti della Sezione Canottaggio, agli Atleti tesserati dalla FIC e agli allievi. I non iscritti, ove si renda necessario formare equipaggi in vista di gare federali e sociali o altre manifestazioni remiere, possono eccezionalmente essere ammessi a bordo delle imbarcazioni per un periodo di tempo limitato finalizzato alla preparazione degli equipaggi per lo svolgimento delle manifestazioni in questione. E’ comunque necessaria la previa autorizzazione del Consigliere delegato, che dovrà essere riportata in apposito registro della Sezione Canottaggio con l’indicazione del nominativo della persona interessata e della manifestazione remiera alla quale intende partecipare.

Art. 4

Le imbarcazioni sono quelle contenute nell’apposito inventario della Sezione Canottaggio, conservato presso la Segreteria del Circolo, utilizzato anche per sottoscrivere la necessaria copertura assicurativa. L’istruttore è tenuto a vegliare alla funzionalitá e navigabilitá di tutte le imbarcazioni e a segnalare tempestivamente alla Segreteria ogni guasto.

Art. 5

I Soci iscritti sono tenuti a mantenere e a salvaguardare l’integrità degli impianti di struttura e soprattutto quella delle imbarcazioni loro affidate, evitando di farne un uso improprio. Essi sono in particolare tenuti a rispettare le disposizioni attinenti alla sicurezza fluviale. In caso di negligenza saranno chiamati a risarcire gli eventuali danneggiamenti riportati alle imbarcazioni stesse e ad altre attrezzature. Gli iscritti sono tenuti a rispettare la rotazione nell’uso delle imbarcazioni al fine di assicurare un equilibrato impiego delle medesime e la loro disponibilità per tutti gli iscritti.

Art. 6

E’ vietato porre in acqua le imbarcazioni senza l’ausilio del personale addetto o senza la supervisione dell’Istruttore/Istruttrice, ai quali dovranno anche essere segnalati, all’atto del rientro, gli eventuali danneggiamenti riportati, di cui è cenno all’art. 5. Questi vanno anche annotati nel registro della Sezione Canottaggio.
Le imbarcazioni assegnate possono essere utilizzare per un periodo massimo di 90 minuti. Potrà essere consentito il prolungamento del tempo di utilizzo notificandolo previamente agli addetti, sempre che ciò non pregiudichi l’uso delle imbarcazioni stesse da parte di altri iscritti. Il mancato rientro dell’imbarcazione oltre un margine di tolleranza di 15 minuti attiva automaticamente la procedura di recupero del Socio e relativo natante (a spese del Socio stesso) ad opera del personale addetto alla Sezione Canottaggio.

Art. 7

La Sezione Canottaggio rispetta il seguente orario:

08.00 – 17.30 nel periodo invernale (ottobre – marzo)
08.00 – 19.30 nel periodo estivo (aprile – settembre)

I Soci sono tenuti ad annotare sul registro della Sezione Canottaggio l’ora di uscita e di rientro nonché il tipo ed il numero della barca utilizzata. Può essere consentito ai Soci iscritti di mantenere imbarcazioni proprie, compatibilmente con le disponibilitá di spazio ed esentando il Circolo da qualsiasi responsabilitá.

Art. 8

Il personale addetto, oltre ad assistere i Soci nelle operazioni descritte all’art. 6, è tenuto a effettuare giornalmente, secondo le indicazioni del Direttore del Circolo, le pulizie dei locali e tenere in ordine le imbarcazioni che, secondo la tradizione fluviale, saranno lavate, asciugate e poste in rimessa con la collaborazione dello stesso Socio che le ha utilizzate. Detto personale, ove se ne presenti l’esigenza, dovrà altresì operare la procedura di recupero del Socio in difficoltà e della relativa imbarcazione, facendo uso del natante di salvataggio, che a tale fine dovrà essere mantenuto in condizioni di piena efficienza e pronto all’uso.
E’ assolutamente vietato l’uso per diporto della imbarcazione di salvataggio.
La saletta pesi e muscolatura é utilizzabile da tutti gli iscritti alla Sezione Canottaggio, atleti e allievi, al di fuori degli orari degli allenamenti prestabiliti dall’Allenatore/Allenatrice d’intesa con la Segreteria.

Art. 9

Un programma di attività agonistiche della Sezione Canottaggio viene predisposto dal Consigliere dell’Associazione Sportiva delegato all’inizio di ogni anno.
I Consiglieri del Circolo responsabili del Canottaggio, in accordo con l’Allenatore/Allenatrice, fissano l’orario delle lezioni di canottaggio, riporta il calendario delle manifestazioni remiere previste nel corso dell’anno che, periodicamente aggiornato, rimane esposto in bacheca.
Gli iscritti interessati alle lezioni possono prendere gli opportuni contatti con l’Istruttore/Istruttrice ai fini dello svolgimento delle lezioni stesse nell’ambito dell’orario previsto.
Gli iscritti interessati a prendere parte a manifestazioni remiere lo segnaleranno apponendo il proprio nominativo accanto all’indicazione della manifestazione in questione in apposito registro che sarà periodicamente visionato dal Consigliere delegato. Sentito l’Istruttore in relazione agli aspetti tecnico-sportivi attinenti alla natura delle prove, composizione e preparazione degli equipaggi egli definirà un eventuale programma di partecipazione, concertandosi con la Direzione del Circolo per gli aspetti riguardanti le modalità (iscrizione, assistenza per l’organizzazione di eventi che coinvolgano la Sezione Canottaggio etc.).
Il programma di attività potrà anche contemplare iniziative con altri Circoli attinenti all’effettuazione dell’attività remiera da parte dei Soci iscritti alla Sezione Canottaggio.

Art. 10

Oltre alla verifica del certificato medico ed alla dichiarazione sulle capacitá natatorie, l’Istruttore/Istruttrice dovrá, nelle lezioni preliminari, impartire chiare istruzioni a ciascun iscritto sulle norme e tecniche da seguire in caso di incidente e ribaltamento. Ogni iscritto deve essere inoltre in grado di avvicinarsi ed attraccare al pontile anche in assenza del personale addetto.
La barca di salvataggio/allenamento ed il motore devono essere sempre in perfetto stato di efficienza. Il salvataggio é sempre prioritario rispetto all’allenamento.
Si consiglia ai rematori di portare con se in custodie impermeabili il proprio telefono cellulare, sul quale memorizzare il numero del Circolo (068086130) e degli addetti al galleggiante (3669853779 – 3669853493).
I minori non ancora abilitati ai sensi del precedente art. 2 del presente regolamento dovranno indossare giubbotti di salvataggio durante le lezioni o gli allenamenti che avverranno sempre alla presenza dell’istruttore. Al di fuori delle lezioni e degli allenamenti i minori dovranno indossare i giubbotti di salvataggio. Potranno essere esentati solo dietro richiesta scritta del genitore.

Art. 11

In caso di emergenze, quali le esondazioni del Tevere, agli iscritti e agli atleti verrá richiesto di intervenire tempestivamente per collaborare alla messa in sicurezza delle barche e delle attrezzature dell’Associazione Sportiva e del Circolo. La Segreteria terrà sempre aggiornata una lista con i numeri di telefono e cellulari. I minorenni potranno intervenire solo previa autorizzazione scritta dei genitori.

REGOLAMENTO PER IL CALCETTO

Valido per i Soci del Circolo degli Esteri e per i Soci dell’A.S. Circolo Ministero Affari Esteri A.s.d.

  • Il campo per il gioco del Calcetto è disponibile nei giorni e negli orari di apertura del Circolo.
  • È obbligatorio aver consegnato in Segreteria il certificato medico valido per la pratica del Calcetto. Gli ospiti devono essere in possesso del regolare Certificato medico.
  • È obbligatorio indossare l’abbigliamento da calcetto (maglia, pantaloncini, calzettoni, scarpini).
  • Il campo va prenotato almeno 24 ore prima della data di utilizzo presso la Segreteria del Circolo, che provvederà alla tenuta di un elenco dei richiedenti secondo l’ordine di prenotazione. In caso di disponibilità dell’impianto, potrà essere consentito l’utilizzo del campo anche senza la prenotazione.
  • Per la disponibilità del campo sarà seguito l’ordine cronologico delle prenotazioni. Coloro che, avendo prenotato il campo, non lo utilizzeranno senza giustificazione perderanno titolo ad una successiva richiesta per il periodo di un mese.
  • I succitati addetti, secondo le disposizioni della Segreteria del Circolo, provvederanno al rifornimento di palloni e/o altro materiale necessario per lo svolgimento delle partite.
  • Per assicurare la regolare continuità degli impegni di allenamento e agonistici della Squadra del Circolo (Nazionale Diplomatici), il campo viene riservato alla Squadra stessa per un’ora al giorno in tre distinti giorni della settimana, secondo un programma che la Squadra stessa presenterà in anticipo alla Segreteria del Circolo.
  • OSPITI:
    – ciascun Socio può invitare al Calcetto fino a un massimo di 9 persone per una stessa partita. Egli è tenuto a versare una quota a persona fissata dal Consiglio Direttivo. Il campo può essere utilizzato dagli ospiti solo in compagnia del Socio invitante;
    – agli ospiti del Calcetto è consentito l’uso del solo spogliatoio denominato “Casina delle Rose” sito nell’area del parcheggio;
    – nel periodo estivo – dal 1° giugno al 30 settembre – l’accesso da parte degli ospiti del Calcetto potrà essere soggetto a limitazioni.
Back To Top