skip to Main Content

Seminario sull’Orienteering – 26 ottobre e 9 novembre

Seminario sull’Orienteering

In  due appuntamenti teorico-pratici, il 26 ottobre ed il 9 novembre, l’Associazione Romana Sportiva ha presentato ai nostri soci l’Orienteering, uno sport che comprende diverse discipline. Riguarda attività che si svolgono principalmente in natura, (“lo sport dei boschi”), ma anche in città e nei borghi o anche al chiuso, giardini, palestre o cortili. Coinvolge tutti, persone di ogni età, ed è attualmente molto praticato, soprattutto nei paesi nordici.

Il programma del primo incontro, sabato 26 ottobre: L’Orienteering, questo “sconosciuto” – introduzione allo sport –  basi di orientamento – materiali ed equipaggiamento – attività pratica (camminata, corsa leggera) – esercitazione pratiche con la bussola – concetto di Azimut

Il programma del secondo incontro, sabato 9 novembre: La cartografia e i simboli grafici –  prova di corsa orientamento, su un tracciato semplice, sfidando i propri compagni di corso –  esercitazione pratica con utilizzo della tecnica dei doppi passi, carta e bussola.

I benefici dell’Orienteering coinvolgono sia la sfera fisica che quella razionale della persona, mettendo quindi in risalto l’integrazione tra corpo, mente e ambiente.

Gli strumenti principalmente utilizzati sono “le gambe” ma non solo, gli occhi, la bussola  e  la carta del luogo in cui ci si cimenta, in modo divertente per individuare i punti di controllo o lanterne  poste lungo un percorso ben preciso.

La Corsa Orientamento (in breve C-O o Foot-O) è la “regina” tra le discipline dell’Orienteering, la più praticata e la più diffusa in tutto il mondo. Si può praticare su qualunque terreno, ovunque sia possibile accedere di corsa o camminando. A questa disciplina appartengono fondamentalmente 4 specialità diverse, di cui si assegnano ogni anno i titoli di qualunque livello, da quelli mondiali assoluto (WOC – World Orienteering Championships) a quelli nazionali, fino al livello regionale:

  • Sprint: gara di corta distanza con tempi dei vincitori di circa 15′, molto spesso disputata in parchi e città, su terreni non necessariamente molto tecnici ma resi impegnativi dall’elevata velocità di corsa a cui vanno effettuate le scelte di percorso
  • Middle: gara di media distanza con tempi dei vincitori di circa 35′, caratterizzata da tracciati molto tecnici e con frequenti cambi di direzione
  • Long: gara di lunga distanza con tempi dei vincitori di circa 1h30′, caratterizzata da tracciati impegnativi fisicamente e varietà di scelte di percorso
  • Relay: gara a staffetta con 2 o più frazionisti, con partenza in massa (“lancio” o mass start) dei primi frazionisti e variazioni (forking) nei tracciati di gara; ogni frazione è di tipo Middle.
26/10/2019
Back To Top